Il Panathlon

Il nome PANATHLON   deriva dal greco: pan= tutti    athlon = lotta , sforzo , prove e con significato traslato “sport” , quindi sport per tutti..

In seguito il motto ‘Ludis jungit’ che in italiano significa   ‘lo sport unisce’ fu suggerito dal Conte Ludovico Foscari di Venezia .

L’obiettivo principale del Panathlon che è un’associazione culturale è la promozione dei valori che sottendono alla pratica dell’attività sportiva e dell’insostituibile funzione  che lo sport deve avere in una società moderna. Inoltre deve combattere gli eccessi e i guasti che la straordinaria pressione di interessi d’ogni genere tende a provocare nel mondo dello sport.

Lo scopo

Favorire l’amicizia tra tutti i panathleti e quanti operano nella vita sportiva. Diffondere a tutti i livelli, con azioni sistematiche e continue, la concezione dello sport ispirato al fair play, quale elemento culturale
degli uomini e dei popoli. Promuovere studi e ricerche sui problemi dello sport e dei suoi rapporti con la società, divulgandoli nell’opinione pubblica in collaborazione con la scuola, l’università ed altre istituzioni culturali.
Partecipare alla elaborazione delle normative sportive, intervenendo nei procedimenti di proposta, consultazione e programmazione nel campo dello sport, con le modalità previste dai singoli ordinamenti nazionali e regionali. Adoperarsi affinché la possibilità di una sana educazione sportiva venga garantita ad ognuno, senza distinzione di razza, di sesso e di età, soprattutto attraverso la promozione di attività giovanile e scolastica, culturale e sportiva.

Quale insieme di Clubs di servizio, incentivare e sostenere le attività a favore dei disabili, e quelle per la prevenzione della tossicodipendenza ed il recupero delle sue vittime, le iniziative di solidarietà con i veterani sportivi, la promozione e la realizzazione dei programmi di educazione alla non violenza e di dissuasione del doping. Sostenere il Movimento Olimpico nelle azioni concordanti con le finalità dell’Associazione. Promuovere l’espansione del movimento panathletico in tutto il mondo mediante la costituzione di nuovi Club. “Ludis Jungit” “Ludis Jungit” è il motto del Panathlon International e vuole sottolineare lo spirito e gli scopi del Club: uomini legati allo sport e per lo sport.

 

Il Panathlon Club Napoli

Il Panathlon, come associazione culturale in campo sportivo, fu fondata a Venezia il 12 giugno 1951 dal col. Mario Viali e altri 24 fondatori fra cui il conte Ludovico Foscari che ne ha proposto il nome e coniato anche il motto.

L’associazione Panathlon International, cresciuta dapprima in Italia, è divenuta internazionale a partire dal 14 maggio 1960.

Panathlon International è una associazione riconosciuta dal CIO fin dal 1982 ed è associata a SportAccord, International Council of Sport Science and Physical Education (ICSSPE) e Comitato Internazionale per il Fair Play (CIFP).

Dopo la fondazione del Panathlon avvenuta a Venezia  il 12 Giugno del 1951,e dopo le fondazioni dei Club  BRESCIA  27/3/1952, GENOVA 21/5/1952, MILANO 21/6/1953   il 19 Giugno del 1953 viene fondato il Club di NAPOLI  con la presidenza  di FEDERICO CAFLISH gentiluomo e grande sportivo napoletano.

Napoli risulta quindi  il  Quinto Club nella storia del Panathlon International.

Da un articolo dell’indimenticabile e  grande sportivo  EMILIO BUCCAFUSCA si può ricordare che una sera d’estate alcuni gentiluomini in abito scuro,imboccarono alla spicciolata l’ingresso derll’Hotel de Londre & Ambasciatori in Piazza Municipio (sede anche della famosa birreria  LOWEMRAU che i non più giovani ricorderanno con grande nostalgia).

Oltre a FEDERICO  CAFLISH vi eranno presenti anche altri eminenti personaggi dello sport dell’epoca: LIVINIO GIOFFEDI, GUIDO CAVALLI, AURELIO Della VECCHIA, EUGENIO COPPOLA.