Organizzazione

Gli obiettivi del PANATHLON INTERNATIONAL :

  • favorire l’amicizia tra tutti i panathleti e quanti operano nella vita sportiva;
  • diffondere, con azioni sistematiche e continue dei vari livelli dei suoi organi, la concezione dello sport ispirato al fair play, quale elemento della cultura degli uomini e dei popoli;
  • promuovere studi e ricerche sui problemi dello sport e dei rapporti con la società, divulgandoli nell’opinione pubblica in collaborazione con la scuola, l’università ed altre istituzioni culturali;
  • partecipare alla elaborazione delle normative sportive, intervenendo nei procedimenti di proposta, consultazione e programmazione nel campo dello sport con le modalità previste dai singoli ordinamenti nazionali e regionali;
  • adoperarsi affinché la possibilità di una sana educazione sportiva venga garantita ad ognuno, senza distinzione di razza, di sesso e di età soprattutto attraverso la promozione di attività giovanile e scolastica;
  • quale insieme di Club di servizio, incentivare e sostenere le attività a favore dei disabili, le attività per la prevenzione e la realizzazione dei programmi di educazione alla non violenza e dissuasione del doping;
  • appoggiare il Movimento Olimpico nelle azioni concordanti con le finalità dell’Associazione;
  • promuovere l’espansione del movimento panathletico in tutto il territorio mediante la divulgazione dei suoi ideali sportivi.

 

Scheda informativa generale :

  • Panathlon viene dalla lingua greca, può essere tradotto con l’espressione “insieme  o sodalizio delle discipline sportive”  Panathlon International è l’associazione dei Panathlon Club fondati essenzialmente sul volontariato del soci dei Club, ha finalità etiche e culturali.Si propone di approfondire, divulgare difendere valori dello sport inteso  strumento di formazione della persona e come veicolo di solidarietà tra gli uomini ed i popoli. Il  suo motto “Ludis Iungit” può essere tradotto con l’espressione “uniti dallo sport e per lo sport”
  • Quando è sorto e dove si è diffuso : il primo club è stato costituito a Venezia il 12 giugno 1951 (nel 2001 quindi si è festeggiato il cinquantennale dalla nascita);  già nel 1960 più Club di diverse nazioni hanno costituito il Panathlon International. Oggi ci sono ben 301 club attivi con circa 13.000 soci in ventinove paesi dell’Europa, delle Americhe e dell’Estremo Oriente.
  • L’Emblema è costituito da un disco azzurro, recante al centro l’immagine in oro della fiaccola olimpica accesa il tutto inserito in un doppio cerchio diviso in cinque settori con i colori dei cerchi olimpici. Nell’emblema troviamo anche il motto del Club.

Organizzazione territoriale:

  • International : (praticamente il Panathlon Centrale) con sede in Italia, a Rapallo;
  • Distretti : I Club, almeno due, ai fini organizzativi, sono raggruppati in un Distretto corrispondenti al territorio di una Nazione della quale assumono la denominazione. I Distretti sono retti da un Presidente secondo le norme regolamentari. Per le Nazioni nelle quali vi è un solo Club esso può confluire nel Distretto sovranazionale oppure in un Distretto di un Paese vicino regolarmente costituto e il Presidente del Club rappresenta il Panathlon di quel Paese. I Distretti sono finanziati dalle quote di affiliazione dei Club i cui criteri di determinazione sono fissati dall’Assemblea del Distretto. L’attività dei Distretti è disciplinata da un Regolamento interno le cui linee guida sono emanate dal Consiglio Internazionale, sentito il parere del Comitato dei Presidenti dei Distretti. Il Regolamento viene approvato dall’Assemblea distrettuale e reso esecutivo dal Comitato di Presidenza del Panathlon International;
  • Aree : Un’Area corrisponde ad una entità amministrativa esistente che comprenda sia il territorio di una regione, sia il territorio di uno stato di un Paese federato con almeno 5 Club. Le Aree assumono il nome della loro regione o del Paese federato. I Club di regioni diverse se confinanti, o in caso di esigenze geografiche o linguistiche particolari, possono essere raggruppati in una Area indipendentemente dal loro numero. Il Presidente del Distretto, ove concorrano l’estensione geografica o il numero rilevante dei Club, autorizza la costituzione della nuova Area, previo parere del Governatore interessato e la sottopone al Consiglio Internazionale per la ratifica del provvedimento. Le Aree sono finanziate dalle quote di affiliazione dei Club i cui criteri di determinazione sono fissati dall’Assemblea della propria Area;
  • Club : I Club sono i componenti del P.I. Essi si costituiscono e funzionano come Club di servizio secondo le norme del presente Statuto e del Regolamento. Ogni Club è rappresentato dal suo Presidente eletto dall’Assemblea dei soci. Ogni Club è retto da un proprio Statuto, secondo le linee guida emanate dal Consiglio Internazionale e rese esecutive dal Comitato di Presidenza. I Club organizzano nell’anno incontri sociali e sono tenuti a: inviare tempestivamente alla Segreteria Generale, al Presidente del Distretto e al Governatore d’Area tutte le informazioni attinenti a variazioni dei Soci, alla composizioni dei propri Organi, nonché alle attività sociali;
    inviare annualmente ai medesimi destinatari, entro il 31 marzo, copia della relazione morale e finanziaria dell’attività svolta unitamente al verbale dell’Assemblea dei Soci; versare ogni anno, alla Segreteria Generale del P.I., entro i termini stabiliti dal Comitato di Presidenza, le quote di affiliazione pro-capite deliberate dall’Assemblea Generale. I Club possono costituire Club Junior (PJ) secondo le modalità stabilite dalle norme regolamentari.

Club nel mondo:

europa america